English Italian Home page | info@3ndy.biz | Chi siamo | Servizi | Corsi | Eventi | Newsletter | Mailing list | TeleTrading.TV

ANALISI CICLICA DI LUNGO PERIODO SULL'EUROSTOXX

Torna alla Newsletter Newsletter di Borsa & Finanza

 

Newsletter Borsa & Finanza N°22 - 14 settembre 2009

Analisi ciclica di lungo periodo sull'Eurostoxx

 

Vediamo di fare l'analisi Ciclica di lungo periodo sull'Indice Eurostoxx utilizzando un indicatore Ciclico da me messo a punto: il CSI (Indicatore Ciclico Semplificato).
Questo indicatore ha molte utilità, tra le altre riesce ad evidenziare sia la parte del trend che la parte ciclica pesandole in modo opportuno e mettendo in mostra aspetti che la sola analisi dei prezzi, o di semplici indicatori ciclici non riuscirebbero a fare.
Vi ricordo che l'analisi ciclica, diversamente dalla sola analisi tecnica classica fatta sui grafici prezzi/tempi, dà una importanza leggermente maggiore ai tempi che ai prezzi.

Vediamo ora l'Indice Eurostoxx su dati giornalieri a partire dal gennaio 2003:

Trading con Cicli

Tra il marzo 2003 ed il marzo 2009 l'Eurostoxx (pallini rossi) ha compiuto un importante ciclo di 6 anni, praticamente facendo un doppio minimo su prezzi intorno a 1850-1800. Attualmente non sappiamo ancora se si sia concluso un ciclo di lungo periodo, poiché è più probabile che un ciclo importante si concluda in 8 anni.

Ma vediamo cosa ci dice l'Indice Csi (linea blu spessa). Intanto vediamo come il Csi sia diviso in 3 distinte parti (segnalate dalle linee tratteggiate verticali), questo significa che il ciclo a 6 anni ha avuto 3 sottocicli non di durate di 2 anni ciascuno, ma di durate crescenti.
Un altro fatto importante messo in evidenza dal CSI, è che secondo questo indicatore la tendenza ciclica è stata sempre crescente, ovvero anche l'ultimo ciclo fortemente al ribasso, e che ha fatto nuovi minimi di prezzo, non ha intaccato la struttura ciclica al rialzo e questo lo possiamo dire perché i minimi importanti del CSI sono tutti crescenti.

Infine si può notare come attualmente il Csi sia vicino al massimo precedente, ovvero ai massimi fatti registrare intorno ai primi di dicembre 2007. Da lì i prezzi dell'Eurostoxx sono scesi, ed anche il Csi. Attualmente l'Eurostoxx ha recuperato quasi il 40% del suo ribasso, ma il Csi ci dice che ciclicamente siamo su un doppio massimo, che possiamo certamente definirlo un eccesso.
Dico questo perché il Csi è sceso dai primi di dicembre 2007 fino ai primi di marzo 2009, ovvero per circa 16 mesi, poi è salito fino ad oggi (ovvero per 6 mesi) percorrendo un percorso quasi uguale.
Di solito o c'è equilibrio fra i tempi di discesa e salita, oppure quelli di salita sono più lunghi.
Questa è un'anomalia che non dovrebbe tardare a rientrare con un ribasso del Csi e quindi dei prezzi, per riportare in equilibrio le cose.

Vi devo avvertire che sugli ultimi dati il CSI, per come è costruito, è più impreciso. Questo poco intacca l'analisi svolta e rimane intatto il disequilibrio evidenziato.

A cura di Eugenio Sartorelli (www.investimentivincenti.it)

 

Vai al Disclaimer Leggere attentamente il Disclaimer

Abbonati a Trading Azioni