English Italian Home page | info@3ndy.biz | Chi siamo | Servizi | Corsi | Eventi | Newsletter | Mailing list | Trading TV

Torna ai report Esempi di Report operativi del servizio Trading Azioni

 

 

Domanda e offerta aggregata

16.07.2008

 

Ha creato molta curiosità il report di ieri riguardo alla stagflazione e molti di voi ci hanno scritto per chiedere spiegazioni più o meno dettagliate. Cerchiamo dunque di rispondere e di chiarire alcuni concetti, che però meriterebbero una trattazione approfondita.

Partiamo dall'adottare un modello conosciuto in macroeconomia col nome di "Domanda e offerta aggregata", e dalla rappresentazione grafica di tale modello:

Domanda e offerta aggregata

Nella figura sopra sull'asse delle ascisse abbiamo la quantità di prodotto (Q) e sull'asse delle ordinate il livello dei prezzi (P), mentre:

  • linea rossa = offerta aggregata di breve periodo (1)
  • linea blu = offerta aggregata di breve periodo (2)
  • linea nera = offerta aggregata di lungo periodo
  • linea verde = domanda aggregata

Chi di voi ha svolto studi economici sicuramente avrà già dimestichezza con queste variabili e con la lettura del grafico, per gli altri cercheremo invece di essere il più semplici possibile.

Ipotizziamo di trovarci all'interno di un sistema economico in cui le imprese devono improvvisamente affrontare un aggravio dei propri costi di produzione. Le motivazioni posso essere molteplici, ma la più probabile è un aumento repentino del prezzo del petrolio. La conseguenza è che le imprese per un certo livello di prezzo sono disposte ad offrire una minore quantità di beni (la linea di offerta aggregata si sposta da 2 a 1, passiamo dunque dalla situazione A alla situazione B).

Detto in altri termini, nel breve periodo l'economia si muove lungo la linea della domanda aggregata passando dal punto A al punto B, con i seguenti passaggi:

  • aumentano i prezzi delle materie prime (su tutti il petrolio)
  • incremento sui costi di produzione (si traduce in inflazione)
  • riduzione della quantità di prodotto (si traduce in stagnazione)

Questa che abbiamo rappresentato è la stagflazione, un mix di inflazione e stagnazione.

Cosa possono fare le Banche Centrali? Lo vedremo nel prossimo report...

Ora passiamo al grafico a candele giornaliere dell'indice SPMib:

SpMib

Ed al grafico intraday a 15 minuti:

Grafico intraday

Individuare il vero minimo di Borsa è un esercizio che lasciamo fare ad altri, noi ci accontentiamo di seguire la tendenza (quella rialzista) nel momento in cui si sviluppa e, come già più volte detto, al momento non ci sono ancora indicazioni o meglio conferme che vi sia una sorta di inversione della tendenza primaria, che continua ad essere ribassista. Ad ogni modo la forte reazione del pomeriggio di oggi ci mette all'erta, nei prossimi giorni se verrà confermato rientreremo sul mercato.

Continuiamo per ora a mantenerci flat in attesa di segnali rialzisti.

A domani.

 

Abbonati a Trading Azioni