Home page | info@3ndy.biz | Chi siamo | Servizi | Corsi | Newsletter | Mailing list | Trading TV

TRADING COMMODITIES

Trading Commodities: per un'operatività di medio e lungo periodo sulle principali commodities mondiali

 

Il futuro del mercato valutario (1a parte)

martedì 17/06/07 Questa settimana cominceremo ad occuparci di questioni monetarie che ci permetteranno di comprendere al meglio la situazione in corso sui mercati che ci restano ancora da analizzare nel nostro viaggio intorno ai principali asset finanziari: quello valutario e quello monetario.

Tasso di sconto

Qui sopra è rappresentato l'andamento settimanale del tasso di sconto statunitense.
Con la fine della bolla azionaria del 2000 (cerchio blu) la Fed ha nuovamente avviato una politica di accomodamento all'economia che ha portato il tasso di sconto ai minimi storici (cerchio rosa). In altre parole, per combattere l'allora minaccia di una possibile recessione deflativa, la Fed ha completamente cosparso l'economia americana di liquidità.

Nel frattempo la Boj, cioè la Banca Centrale del Giappone, era anch'essa, come già sappiamo, intenta da tempo a fare esattamente la stessa cosa sui propri mercati, nella speranza di riuscire finalmente a trovare l'uscita da quel lungo tunnel di recessione e deflazione (vedi figura sotto) nel quale l'economia nipponica si era da molti anni infognata.

Topix

E tanto per non sfigurare, anche la Banca Centrale Europea ha con solerzia partecipato alla festa immergendo in abbondante liquidità anche il nostro sistema economico e contribuendo, tra l'altro, ad alimentare il lungo trend rialzista del mercato obbligazionario. Il Bund tedesco ne è un esempio:

Bund

A questo punto una veloce considerazione: dato che le tre aree economiche rappresentano, insieme, la stragrande maggioranza del prodotto interno lordo mondiale è facile concludere come questo allineamento delle rispettive politiche monetarie abbia, in questi anni, letteralmente inondato di liquidità l'intero sistema economico mondiale.

Prima domanda: a cosa serve tutta questa liquidità?

Risposta: tramite questa liquidità la politica economica interferisce sull'economia politica creando, nel nostro caso, forti stimoli iniziali al consumo e all'investimento dando così il via a un circolo apparentemente virtuoso nel sistema economico.

Improvvisamente, infatti, i soldi diventano facilmente disponibili e il medio cittadino approfitta felice di tutto questo ben di dio indebitandosi e consumando mentre le imprese, stimolate anch'esse  dal soldo facile, si gettano in progetti sempre più arditi (mega acquisizioni, super fusioni, ecc.) poiché sullo sfondo, i profitti e le prospettive di crescita diventano sempre più promettenti.

Credito al consumo

Seconda domanda: dove va a finire tutta questa liquidità?

Continua la prossima settimana...

Abbonati a Trading Commodities